Giampiero Rigosi

luglio 2021

Giampiero Rigosi nasce nel 1962 a Bologna, dove attualmente risiede. Dopo la laurea in filosofia inizia a scrivere su alcune riviste letterarie in cui rivela subito la sua vena “nera”. Esordisce come romanziere con Dove finisce il sentiero nel 1995.

Sarà solo l’avvio di un lungo percorso che lo vedrà occupato su più fronti. Autore di romanzi e racconti pubblicati singolarmente o in antologie come Notturno bus (Einaudi, 2000), No smoking (in Medical thriller, Einaudi, 2002), Appuntamento (in Oltre la nebbia, Foschi, 2004), L’ora dell’incontro (Einaudi, 2007), firma al contempo anche diverse importanti sceneggiature per il cinema. Ricordiamo: Prendimi l’anima, assieme a Roberto Faenza; Notturno Bus (tratto dal suo omonimo romanzo) per la regia di Davide Marengo; L’isola dell’angelo caduto diretto da Carlo Lucarelli, nonché le tante puntate della serie televisiva L’ispettore Coliandro andata in onda dal 2006 sui canali Rai, ideata da Carlo Lucarelli.

Le sue opere sono tradotte in inglese, francese, spagnolo, tedesco, segno della popolarità e dell’alto indice di gradimento raggiunto anche oltre i confini italiani da parte del pubblico.

 

L’autore sarà ospite della Biblioteca comunale di Imola il giorno 13 luglio 2021 alle ore 21.00, per presentare il suo ultimo libro Ciao, Vita (La nave di Teseo, 2021).

Ne parlerà con Grazia Varesani, scrittrice.

 

Di seguito i libri di Giampiero Rigosi presenti nel catalogo della Bim, in ordine cronologico decrescente.

apri

}

Ciao Vita, Milano, La nave di Teseo, 2021

PONTI 853 RIGOG

> risorsa disponibile anche su MLOL

Sergio è un regista affermato, vive a Roma in una casa accogliente, con una compagna elegante e sicura di sé. Ma una sera riceve una telefonata in cui lo informano che Vitaliano, un vecchio amico che non vede da tantissimo tempo, sta attraversando la fase terminale di una rara malattia degenerativa. La notizia lo mette di fronte a un patto che si scambiarono quando erano due adolescenti inquieti e ribelli. Sergio e Vitaliano si sono conosciuti sui banchi delle scuole medie, nella Bologna degli anni Settanta, e per un decennio sono stati inseparabili: idealista, tormentato, ma studioso e posato il primo, istrionico, provocatore e animato da una vena autodistruttiva il secondo. La loro è stata un'amicizia profonda, cementata dalle passioni comuni per la letteratura, la musica e il cinema. Hanno condiviso viaggi, serate in osteria, la ferita dell'attentato alla stazione, un grande amore, la loro relazione viene persino lambita dall'ombra dell'eroina. Fino a che un momento di incomprensione profonda non li ha separati. […]

apri

}

L 'ora dell'incontro, Torino, Einaudi, 2007

PONTI 853 RIGOG

Laura ama il marito e gode con pienezza della propria vita. Un'estate però scopre un nodulo al seno. Oltre al marito, che non smette mai di amarla, Laura trova nel medico curante un alleato, che col tempo diventa sempre più importante: l'amore che infine nasce tra Laura e Palmieri - l'oncologo che la cura - mette alla prova i principi etici di entrambi, eppure nessuno dei due trova giusto rinunciare a ciò che provano. È di questa relazione che, qualche tempo dopo la morte di Laura, Clara, viene incidentalmente a sapere. Clara sa che non è la prima volta. Qualche anno prima, il rapporto di una sua collega, anch'essa malata, con il suo oncologo, aveva scatenato pettegolezzi. Il segreto del medico si impadronisce di Clara come un'ossessione. Per entrare in contatto con lui è disposta a tutto. Perfino a simulare i sintomi di un linfoma incurabile...

apri

}

No smoking in Medical thriller, con Carlo Lucarelli e Eraldo Baldini, Torino, Einaudi, 2006

EX PONTI G 808 BALDE

Tre scrittori amici, Eraldo Baldini, Carlo Lucarelli e Giampiero Rigosi, affrontano una nuova sfida letteraria, il medical thriller, e danno vita a una sarabanda che butta all'aria i luoghi comuni su che cosa è sano e che cosa è malato. "Rapidamente", "No smoking" ed "Una lunga quaresima di paura" sono i testi raccolti in questo volume e firmati rispettivamente da Lucarelli, Rigosi e Baldini.

apri

}

Piano Delta: un blues metropadano, con Guido Leotta, Faenza, Mobydick, 2002

EX PONTI 853 LEOTG

> risorsa disponibile anche su MLOL

Tre ragazzi bolognesi rimangono coinvolti in una tragicomica rapina in una villa che li costringe a rubare un'auto e a fuggire. Storditi, eccitati, indecisi sul da farsi, si troveranno impantanati tra la terra e il mare del delta del Po, in mezzo a geografie umane e ritmi per loro totalmente estranei.
Incontreranno uno stunt-man in età pensionabile, una prostituta ironica e "tosta", gli animatori di un fallimentare Festival dell'Unità e una delle più scalcinate bande di blues "a est di Chicago". Reagiranno in tre modi inaspettati, e nuovi orizzonti si apriranno, enigmatici, di fronte ai loro sguardi, ormai non più adolescenti.

apri

}

Notturno bus, Torino, Einaudi, 2000

EX PONTI G 853 RIGOG

> risorsa disponibile anche su MLOL

Una Bologna cupa e notturna, un noir che procede in un rapido alternarsi di sequenze, una trappola spietata come una tela di ragno che coinvolge Leila, una ragazza che sfrutta il suo fascino per rapinare uomini danarosi e Francesco, un autista di autobus annoiato e depresso, con il vizio del gioco e un mare di debiti.

apri

}

Bologna: arte e filosofia sotto i portici, Bra, Slow Food, 2000

EX ATL 914.5411 BOL

Arte e filosofia sotto i portici. Viaggi di piacere tra arte e vino, natura e gastronomia, in auto, in bicicletta, a piedi. Con tutti gli indirizzi garantit Slow Food per mangiare, dormire, comprare.

apri

}

Lola a caccia, Roma, Adn kronos Libri, 1999

PONTI DEPO 001771 853

È in caccia, Lola, quando arriva a Bologna in cerca di qualcuno che un tempo ha tradito. Si commuove, Lola, quando pensa alla madre che sognava la rivoluzione nella Berlino dura ed elettrica di Lou Reed e David bowie, ed ora è rinchiusa in un carcere straniero. È tenera, lola, quando incontra Marco lo stanco. Lo guarda negli occhi e gli regala battiti vari. È dura e forte e bella, Lola, nel giorno della sua vendetta. Della sua fine o della sua rinascita.

apri

}

Chiappe da Apache, Roma, Napoli, Theoria, 1996

PONTI DEPO 001777 853

Noir italiano, anzi padano. Rigosi torna al nero con una raccolta di otto racconti pulp, duri e sanguinolenti anche se non privi di una certa feroce ironia. Dalle discoteche della riviera romagnola, dove una tipa bella elosca accalappia il “solito pollo” fino a intrappolarlo per il resto della vita, a una partita a scacchi con rapina a mano armata tragica sorpresa finale per quattro giovani malcapitati furfanti. E ancora regolamenti di conti quasi casuali, maniaci a piede libero per le strade di Mosca, ecc. Storie di sesso, violenza e orrore quotidiano. Storie al confine con la “normalità” della vita di tutti i giorni, che proprio per questo potrebbero accadere ad ognuno di noi.

apri

}

Dove finisce il sentiero, Roma, Theoria, 1995

PONTI DEPO 001776 853

Sul tono di un blues metallico e duro, una storia che sembra uscita da un film di Tarantino e invece è italianissima. Un ragazzo normale come tanti si fa coinvolgere dall’amico Alberto, irregolare e balordo, in una serie di avventure una più sconclusionata e pazza dell’altra. Ma poi, tanto che c’era da perdere?