Fa parte di:

La pianta della città di Imola di Sforza Carradori

Con Mario Giberti, architetto, e Andrea Ferri, Editrice Il Nuovo Diario Messaggero. Introduce Elisabetta Marchetti, assessora alla cultura

Grazie a un recente dono la Biblioteca si arricchisce di una importante testimonianza del passato imolese, la Pianta della città di Imola, disegnata e firmata dall’imolese Sforza Carradori (1562-1636).
Si tratta di una veduta della città, realizzata a inchiostro, databile sul finire del ‘500. Essa costituisce la seconda testimonianza conosciuta di rappresentazione scientifica della città, dopo la celebre Pianta di Leonardo, conservata nelle Collezioni Windsor. Il dono si aggiunge alla collezione di mappe storiche della Bim e sarà esposto per l’occasione.

  • sabato 28 ottobre 2017, ore 17.00

apri

Date:

  • 28 ottobre 2017 ore 17
versione stampabile