3 dicembre, Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità

dicembre 2018

Il tema del 2018 della Giornata internazionale delle persone con disabilità, promossa dalle Nazioni unite dal 1992 è: “Rafforzare le persone con disabilità e garantire inclusione e uguaglianza”.

Il fulcro dell’attenzione si concentra sul rendere partecipi le persone con disabilità allo sviluppo inclusivo, equo e sostenibile previsto dall’Agenda del 2030 per lo sviluppo sostenibile, che con la frase “nessuno rimanga indietro”, sintetizza l’ambizioso piano di costruire una comunità globale in un mondo pacifico e prospero, dove la dignità e l’uguaglianza di ciascuno sia applicata come principio fondamentale.

E’ essenziale assicurare la piena e paritaria partecipazione delle persone con disabilità in tutti gli ambiti della società e creare ambienti adatti vicino, per e con loro.

Più della metà della popolazione mondiale risiede nelle zone urbane e questa tendenza è destinata ad aumentare, perciò non si potrà avere sviluppo sostenibile senza trasformare significativamente il modo in cui costruiamo e organizziamo gli spazi urbani, perché siano inclusivi, sicuri, resilienti e sostenibili. A tal fine è necessario adottare un approccio definito “smart-city”, che utilizzi le opportunità offerte dalla digitalizzazione, l’energia pulita e la tecnologia. Città, paesi, infrastrutture urbane di base e servizi relativi dovranno essere più accessibili dal punto di vista ambientale, facilmente utilizzabili e considerare tutte le necessità delle persone.

La biblioteca comunale di Imola suggerisce alcuni testi relativi all’inclusione sociale e alla disabilità.

Si ricorda che la ricerca può essere ampliata al catalogo del Polo bolognese.

apri

}

Davide Cervellin, Disabili. Come trasformare un limite in un'opportunità, Venezia, Marsilio, 2003

Il filo conduttore che lega gli argomenti di questo libro è investire sulla qualità della vita portando alla luce interlocutori nuovi, come le imprese, diversi da quelli che istituzionalmente si sono finora interessati al problema.

trovalo in biblioteca

apri

}

Disabili, tecnologie e mercato del lavoro. Opportunità e vincoli per l'inserimento, a cura di Maria Grazia Giordani, ETAS libri, 1995

Le tecnologie informatiche hanno assunto negli ultimi anni un’importanza crescente nell’ampliare le opportunità di inserimento dei disabili nel mondo del lavoro. Mansioni per le quali è fondamentale l’uso di nuove tecnologie offrono loro nuove possibilità occupazionali? Quale può essere il ruolo degli ausili? Quali le problematiche in ipotesi di inserimento lavorativo? Impieghi diversi a fronte di disabilità diverse nel tentativo di ridurre il divario tra disabili e normodotati.

trovalo in biblioteca

apri

}

Claudio Messori e Alessandro Silvagna, Namasté. Un augurio per un collocamento mirato, mediato e condiviso dei disabili deboli, Angeli, 2011

La legge 68/99, liberalizzando in parte l'assunzione dei lavoratori disabili, ha consentito di avviare numerosi percorsi di accompagnamento e inserimento al lavoro. L'azione di sensibilizzazione Namasté vuole essere un volano di riattivazione dello strumento legislativo sull'intero territorio nazionale, volto a promuovere percorsi di inclusione lavorativa e sociale.

trovalo in biblioteca

apri

}

Paolo Meazzini, Handicap: passi verso l'autonomia, presupposti teorici e tecniche d'intervento, con scritti di Patrizia Ceccarani e altri, Giunti, 1997

Il trattamento terapeutico e l'intervento didattico rivolti ai soggetti portatori di handicap tendono sempre più spesso ad avvalersi, anche nel nostro paese, dell'approccio ecologico-comportamentale. secondo il quale l'attenzione si sposta dalla persona, che cessa di ricevere etichette inevitabilmente stigmatizzanti, a quei suoi repertori comportamentali che devono essere opportunamente arricchiti per rispondere efficacemente alle richieste e alle aspettative della famiglia, della scuola e della società. Una guida e un ausilio concreto per il lavoro degli insegnanti e degli operatori impegnati nel settore.

trovalo in biblioteca

apri

}

Marisa Pavone, Scuola e bisogni educativi speciali, Milano, Mondadori Università, 2015

L'opera affronta il tema complesso della scolarizzazione nel pluralismo secondo più prospettive: gli aspetti epistemologici, storici e sociali; il focus sulle diverse tipologie di difficoltà personali e sulle più recenti teorie dell'apprendimento; il ruolo formativo della scuola – in collaborazione con la famiglia e con i servizi di territorio – e le strategie educativo-didattiche orientate a favorire il successo nell'istruzione, la cittadinanza attiva e solidale.

trovalo in biblioteca

}

Lisa Cenosi, Tra finzione e realtà: noi recitiamo sul serio, da un'esperienza di attività teatrale un contributo all'educatrice sociale, Università degli studi di Bologna, 2005/2006

Organizzato da La Giostra, associazione di famiglie in situazione di handicap, il laboratorio teatrale integrato, frequentato da ragazzi disabili e da studenti, avviato nel 1999 in collaborazione con istituzioni e privato sociale, ha prodotto quattro spettacoli messi in scena al teatro comunale di Imola e partecipato al TIS festival (Teatro di interazione sociale). Questa è una delle tre tesi di laurea della Facoltà di Scienze della formazione dell’Università di Bologna di cui è stato oggetto.

trovalo in biblioteca

apri

}

Orizzonte inclusione: idee e temi da vent'anni di scuola inclusiva, a cura di Dario Ianes e Andrea Canevaro, Erickson, 2016

L’opera prende in esame sia gli aspetti di merito, per meglio comprendere i diritti e le fonti normative di riferimento, sia gli aspetti procedurali, definendo le opzioni disponibili per ottenere le provvidenze economiche e per difendersi in un processo previdenziale. Si descrivono soggetti, procedimenti e prestazioni, con puntuali riferimenti di sostegno introdotti negli ultimi anni nella normativa civilistica.

trovalo in biblioteca

apri

}

Matteo Schianchi, La terza nazione del mondo. I disabili tra pregiudizio e realtà, Feltrinelli, 2009

Sono 650 milioni i disabili nel mondo, oltre il 10 per cento della popolazione globale. Tutti insieme popolerebbero la terza nazione del mondo dopo Cina e India. In Italia, sono circa 6 milioni, la seconda regione dopo la Lombardia. Le politiche sono incentrate sull'assistenzialismo, ma hanno buchi strutturali che fanno dell'integrazione una chimera: barriere architettoniche, risorse insufficienti, leggi parzialmente applicate, nessuna dotazione di strumenti psicologici per affrontare il trauma.

trovalo in biblioteca

apri

}

Io a loro ho cercato di spiegare che è una storia complicata la nostra: voci, esperienze, testimonianze sulla disabilità all'Università di Bologna, a cura di Nicola Bardasi e Cristiana Natali, Bononia University Press, 2018

Imbarazzo, incapacità di agire, timore di urtare la sensibilità di chi si ha di fronte: incontrare una persona con disabilità suscita spesso queste reazioni. Le testimonianze riunite nel presente volume intendono portare un contributo al superamento di questa impasse, fornendo punti di vista nuovi e a volte sorprendenti. Il testo raccoglie le voci di persone con disabilità/DSA dell'Università di Bologna (studenti, ex studenti, dottorandi, docenti, tirocinanti, tecnici, tutor) e il racconto di una studentessa che ha partecipato a un laboratorio per la sensibilizzazione al tema della disabilità.

trovalo in biblioteca

apri

}

Daria Dolfini, Il diritto alla sessualità e la disabilità, tra bisogni e desideri: il punto di vista delle persone con disabilità, dei loro familiari e degli operatori, Erickson, 2017

Cosa vuol dire «sessualità» per ragazze, ragazzi, donne e uomini con disabilità? Cosa pensano e cosa desiderano per il futuro? Cosa si potrebbe fare per migliorare la situazione? Cosa si sta già facendo?

trovalo in biblioteca

apri

}

Disabilità e sussidiarietà: il dopo di noi tra regole e buone prassi, a cura di Elena Vivaldi, Il mulino, 2012

Si muovono alla ricerca del nesso tra il principio di sussidiarietà e la disabilità gli autori di questo volume che affronta in particolare il tema della tutela della persona disabile, facendo il punto sulle evoluzioni normative mentre dà voce anche al racconto di alcune esperienze appena avviate, banchi di prova di una sussidiarietà circolare, frutto di buone sinergie tra pubblico e privato.

trovalo in biblioteca

apri

}

Gianni Selleri, Legislazione e handicappati. Guida ai diritti civili degli handicappati, Edizioni del Cerro, 2002

Questo libro rappresenta, in modo descrittivo e per fini formativi e applicativi, il quadro complessivo della legislazione italiana per l’assistenza e l’integrazione sociale degli handicappati.

trovalo in biblioteca

apri

}

Rocchina Staiano, Manuale pratico per invalidità civile, autismo, disabilità e handicap: formulario, schemi, giurisprudenza, Maggioli, 2016

Il testo, con formulario e schemi, aggiornato alla normativa sull'autismo (legge 134 del 18 agosto 2015) e alla recente giurisprudenza, vuole essere uno strumento di ausilio per tutti i professionisti che trattano le materie dell'invalidità, disabilità e handicap. Ci si sofferma sia nel merito per meglio comprendere quali sono i diritti e le fonti normative di riferimento, sia nella procedura che si deve attivare per ottenere le provvidenze economiche e per difendersi in un processo previdenziale.

trovalo in biblioteca

apri

}

Francesca Sassano, Manuale pratico dell'amministrazione di sostegno: aggiornato con la c. d. legge sul "Dopo di noi" (L. 112/2016): requisiti dell'amministratore, poteri, doveri e responsabilità dell'amministratore, soggetti beneficiari, atti del beneficiario e dell'amministratore, nuove forme di assistenza e c. d. legge sul "Dopo di noi", Maggioli, 2016

Il testo è un'analisi pratica dell'amministrazione di sostegno, istituto posto a tutela della persona che, per effetto di una infermità ovvero di una menomazione fisica o psichica, si trova nella impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi. L'opera, arricchita di giurisprudenza e formulario, tiene ampiamente conto delle disposizioni di cui alla L. 22 giugno 2016, n. 112 in materia di assistenza in favore di persone con disabilità grave prive del sostegno familiare (c.d. "Dopo di noi"). L'opera ha un taglio operativo.

trovalo in biblioteca

apri

}

Piero Bertolaso Brisotto e Giammateo Rizzonelli, La protezione patrimoniale dei soggetti disabili: come applicare la legge sul "Dopo di noi" : trust ex lege 112/2016, vincolo destinazione ex legge 112/2016 ..., aggiornato con il Decreto interministeriale del 23 novembre 2016, attuativo della legge sul "Dopo di noi" n. 112/2016, on line formulario personalizzato, Maggioli, 2017

Il manuale si sofferma sugli strumenti con cui il legislatore ha inteso agevolare le erogazioni a favore di persone con disabilità grave, da parte di soggetti privati, attraverso la costituzione di trust, di vincoli di destinazione e di fondi speciali, proponendo alcune formule personalizzabili, attraverso cui procedere alla relativa istituzione. Grande valenza assumono le disposizioni tributarie, con le quali il legislatore ha voluto garantire il riconoscimento dell’esenzione fiscale ai trasferimenti di beni e diritti, aventi siffatte finalità.

trovalo in biblioteca

apri

}

Trust e "dopo di noi", a cura di Gabriella La Torre per Il trust in Italia Associazione, Simona Arduini e altri, Wolters Kluwer, 2016

Al centro di questo libro è la drammatica attualità dei genitori che vogliono assicurare ai propri figli bisognosi di particolare assistenza un futuro il più possibile simile al presente, che i genitori hanno costruito a misura delle esigenze del figlio. Il trust è il pegno del futuro, ossia la cornice giuridica entro la quale i genitori rappresentano quel che dovrà avvenire da quando essi non saranno più responsabili del presente perché la morte o una sopravvenuta incapacità li avranno collocati nel passato. Lo stile è piano e discorsivo, il più possibile privo di inutili tecnicismi, ma, al tempo stesso, concettualmente rigoroso e attento all'aggiornamento legislativo e giurisprudenziale. Numerosi sono i riferimenti alla recente Legge 22 giugno 2016, n. 112 che ha affiancato al trust i vincoli di destinazione e il contratto di affidamento fiduciario.

trovalo in biblioteca

apri

}

Remo Bassetti e altri, Il trust: criticità, correzioni, sviluppi, a cura di Remo Bassetti, Giappichelli, 2017

Ancora poco esplorato dalla gran parte dei giuristi, il trust si rivela in grado di rispondere a una serie emergente di bisogni sociali: dalla pianificazione successoria al passaggio generazionale di azienda, dalla tempestiva e legittima protezione del patrimonio a fronte di sopravvenuti eventi sfavorevoli alla gestione della crisi d'impresa, dalla tutela dei soggetti deboli all'impiego internamente allo scioglimento del vincolo coniugale. Questo volume intende analizzare senza dogmi preconcetti i nodi critici della prassi e, pur senza sottrarsi al dibattito dottrinale, suggerisce indirizzi concreti e correttivi e interpretazioni per favorire una corretta diffusione dell'istituto. La scelta, in effetti, è stata quella di focalizzarsi, secondo un preciso ordine programmatico, sui singoli aspetti essenziali: che sono poi quelli che condizionano la sorte di un trust, ne equilibrano l'efficacia e la validità, e anche rappresentano la vera base di partenza per la sua conoscenza. Il testo è aggiornato alla normativa e alla giurisprudenza sino al mese di maggio 2017.

trovalo in biblioteca

apri

}

Persone con sindrome di Down e invecchiamento: aspetti medici, sociali, politici, etici, a cura di Venusia Covelli e Matilde Leonardi, Libellula, 2016

Il volume affronta per la prima volta la tematica dell’invecchiamento nelle persone con la sindrome di Down. Dopo aver presentato una rassegna dettagliata sullo stato dell’arte tratta dalla letteratura nazionale ed internazionale, il volume descrive i risultati della ricerca nazionale DOSAGE (AGEing of people with DOwn Syndrome), finanziata dalla Fondazione Lejeune di Parigi e coordinata dalla Fondazione I.R.C.C.S. Istituto Neurologico Besta di Milano, che ha raccolto i dati riguardanti il profilo di funzionamento e disabilità di 136 persone con la sindrome di Down ultra quarantacinquenni in Italia, e le testimonianze dei familiari e caregiver che hanno accompagnato il loro percorso di invecchiamento vivendo tutte le transizioni storiche italiane rispetto alla disabilità. Il volume affronta altresì le problematiche relative alla transizione della vita adulta, e l’importanza di adottare un approccio multidisciplinare alla progettualità dell’invecchiamento.

trovalo in biblioteca