Naturalmente Imola 2022

maggio 2022

Nel mese di maggio si terrà quest’anno la XV edizione di Naturalmente Imola, storica rassegna dedicata al verde e alla natura in generale. La biblioteca comunale di Imola aderisce all’iniziativa e propone un percorso di lettura a tema incentrato sul rapporto tra verde e città, con libri di orticoltura e paesistica.

Una prima sezione racconta di orti e piccole aree urbane destinate a un’agricoltura alternativa ed ecologica, e quindi di prodotti freschi e a km zero, ma anche di allevamenti e apicultura ovvero tutto quanto concerne il comparto alimentare non in serie, non industriale.

La seconda sezione è invece dedicata all’architettura del paesaggio e illustra come parchi, giardini, balconi o intere superfici verticali dei palazzi, abbelliti da piante e fiori, possano diventare preziosi strumenti di arredo urbano, ridisegnare e “vestire” le nostre città.

Il piccolo contributo offerto dalla biblioteca per la circostanza intende rimarcare il riconoscimento dell’imprescindibile legame tra uomo e natura e l’alto valore di ogni attività atta a salvaguardare e tutelare il verde come garanzia di una miglior qualità della vita.

Si ricorda che tutto il materiale indicato è disponibile per il prestito esterno e, quando presente sulla piattaforma, anche scaricabile gratuitamente da MLOL (Media library on line), previa iscrizione al servizio.

 

Il presente percorso di lettura risponde agli obiettivi 3 (salute e benessere), 11 (città e comunità sostenibili) e 12 (consumo e produzione responsabili) dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, approvata dall’ONU nel 2015 con l’ambizione di realizzare pace, prosperità e uguaglianza per il pianeta e l’umanità. Articolata in “17 obiettivi di sviluppo sostenibile” (SDG: Sustainable Development Goals) e 169 target, l’agenda è condivisa a livello mondiale da tutti i Governi e tutte le Associazioni che intendono operare in questa direzione. La Biblioteca Comunale di Imola, attraverso l’Ifla (International Federation of Library Association) e  l’AIB (Associazione Italiana Biblioteche) supporta gli SDG.

 

Vai alla bibliografia