Collezione imolese

Raccoglie tutto ciò che è stato prodotto su Imola o a Imola fino a oggi. Essa si è sviluppata intorno alla raccolta di opere di autori imolesi donata alla biblioteca nel 1843 da Giovanni Codronchi Argeli.  E' la principale fonte di informazione e documentazione su Imola e il suo territorio grazie a una raccolta unica nel suo genere di libri, opuscoli, periodici, fotografie, cartoline, manoscritti, fondi documentari, destinati all'informazione, allo studio e alla ricerca sulla storia, la vita e la cultura del territorio imolese e della sua comunità. Viene pubblicato il Bollettino delle novità dell'anno.
La collezione a stampa, ricca di oltre 21.500 documenti comprende:

 

  • studi su Imola dalle origini all'età contemporanea
  • fonti documentarie a stampa quali pubblicazioni, statuti, regolamenti di enti e associazioni, circoli sportivi, comunità religiose, politiche, sindacali
  • pubblicazioni edite o stampate a Imola
  • giornali e riviste
  • scritti di autori imolesi in cui è documentata la produzione letteraria, scientifica, politica e le attività rilevanti di persone legate a Imola 
  • tesi di laurea di argomento imolese o di autori imolesi depositate dagli autori
  • manifesti imolesi, raccolta di circa 12.000 manifesti e locandine in cui è documentata la vita pubblica imolese dagli anni ottanta, gli eventi culturali, politici, religiosi e sportivi, l'attività degli enti e delle associazioni locali
  • altra documentazione non a stampa (manoscritti, fotografie, cartoline) è descritta in Contenuti > Raccolte storiche

Divulgazione e studio

La biblioteca acquisisce tre esemplari di ogni opera di argomento imolese. Libri e periodici con segnatura “19” sono esclusi dal prestito e si consultano in Sala archivi e rari se pubblicati prima del 1950. Libri imolesi in altre collocazioni sono ammessi al prestito secondo le norme in uso in biblioteca. I titoli pubblicati dal 2001 sono disponibili a scaffale aperto.