Imola città che legge

Un ambito riconoscimento per la città

Questo importante riconoscimento è stato ottenuto grazie alla partecipazione a un bando nazionale a cui hanno partecipato 520 Comuni. Il Comune di Imola compare tra le 363 Amministrazioni che hanno superato la selezione, dimostrando di possedere tutti i requisiti richiesti dall’avviso promosso dal Centro per il libro e la lettura del Ministero dei beni e delle attività culturali d’intesa con l’ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani.
Grazie a questo riconoscimento inoltre Imola avrà la possibilità di partecipare ai bandi che il Centro per il libro e la lettura lancerà a partire dal 2017 per riconoscere, con finanziamenti e incentivi, i progetti più meritevoli. Tra i requisiti previsti dal bando la presenza in città di biblioteche e librerie, festival, rassegne o fiere, partecipazione a iniziative congiunte di promozione della lettura tra biblioteche, scuole, librerie e associazioni, adesione a uno o più dei progetti nazionali del Centro per il libro e la lettura (Libriamoci, Maggio dei libri, In Vitro).
Il territorio imolese si presenta sotto questo punto di vista molto attivo, a partire dalla presenza di biblioteche, in città e nelle frazioni: una sede per adulti, la Bim di via Emilia 80, frequentata da 112.000 persone all’anno, arricchita da un prestigioso patrimonio storico, che offre inoltre con la sezione Casa Piani un servizio specializzato per le prime fasce d’età, frequentata dal oltre 29.000 bambine e bambini. Inoltre con le sedi decentrate di Ponticelli, Sesto Imolese, Sasso Morelli, Bookcity in Pedagna e gli spazi lettura del centro sociale di Zolino e Pedagna Est, si raggiunge il ragguardevole numero di 160.000 presenze.
Numerosi altri punti di lettura sono attivi inoltre presso le scuole e altre realtà con le quali la biblioteca collabora, come ad esempio lo Spazio Naturalettura del Ceas Imolese, lo Zoo acquario e la nuova scuola di musica “Vassura Baroncini”. Tale articolata presenza si traduce in un’ampia e diversificata attività di promozione del libro e della lettura con particolare riguardo alle specifiche fasce d’età.
Complessivamente nelle varie strutture operative del Servizio Biblioteche vengono organizzate circa 300 iniziative all’anno, che vedono la partecipazione di circa 20.000 persone.