PIC / Prestito circolante metropolitano

Si amplia il servizio di prestito

Non trovi il titolo che stavi cercando?

Cercalo nel catalogo online e se il tuo libro è in una delle biblioteche che partecipano al prestito circolante metropolitano potrai richiederlo attraverso la tua biblioteca e ritirarlo gratuitamente dopo pochi giorni.

Le biblioteche partecipanti sono 75, ne fanno parte le biblioteche del Comune di Bologna, quelle dell’università e molte fra quelle del territorio della Città Metropolitana.

Chiedilo ai bibliotecari, ti aiuteranno e ti daranno tutte le informazioni necessarie

 

Se vuoi sapere qualcosa di più

PIC è un acronimo che sta per Prestito Intersistemico Circolante, cioè la possibilità per i lettori di richiedere, gratuitamente, la consegna presso la propria biblioteca di riferimento di uno o più testi posseduti da una qualsiasi delle altre biblioteche aderenti al servizio.

Con il PIC Metropolitano si crea una biblioteca virtuale, grande quanto la Città Metropolitana, alla quale tutti i lettori possono attingere.

Il prestito circolante è un servizio che permette di richiedere, senza sostenere costi, il prestito di libri posseduti da altre biblioteche e di ottenerlo in tempi certi.

Sono i libri a viaggiare, non i lettori, e le biblioteche partecipanti vengono a costituire un’unica e grande biblioteca diffusa su tutta l’area metropolitana.

Il PIC nasce nel 2014 nell’ambito della Istituzione Biblioteche di Bologna; successivamente aderiscono Casalecchio di Reno, San Lazzaro di Savena, l’Università di Bologna, la Biblioteca Universitaria di Bologna. Ulteriori sviluppi del servizio hanno portato al coinvolgimento della Biblioteca Italiana delle donne, della Biblioteca dell’Assemblea Legislativa dell’Emilia-Romagna, della Biblioteca della Fondazione Gramsci.

Nel 2017, grazie al finanziamento straordinario dell’IBC Regione Emilia-Romagna, il PIC si estende in via sperimentale ad altre biblioteche di ente locale dell’area metropolitana.

Le biblioteche partecipanti sono diventate così 75, di cui 27 appartenenti all’Università di Bologna.

Le biblioteche del distretto culturale imolese che partecipano alla fase sperimentale 2017-2018 sono: la Biblioteca comunale di Imola, la sua sezione per ragazzi “Casa Piani” e la Biblioteca comunale di Castel San Pietro Terme.  Alla biblioteca di Imola e alla Biblioteca di Castel San Pietro Terme potranno chiaramente rivolgersi, per ottenere il servizio PIC, anche tutti gli utenti delle altre biblioteche del distretto culturale imolese (costituito dai Comuni di Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Castel del Rio, Castel Guelfo, Castel San Pietro Terme, Dozza, Fontanelice, Imola, Medicina e Mordano).

Anche la biblioteca più piccola e decentrata potrà così mettere a disposizione del proprio pubblico tutti i libri posseduti dal sistema. Nello stesso tempo le biblioteche più grandi potranno limitare il numero delle copie da acquistare dei titoli maggiormente richiesti.

Come funziona: i lettori del distretto culturale imolese che non trovano un volume nella loro biblioteca di riferimento possono richiederlo in prestito, tramite la Biblioteca comunale di Imola o la Biblioteca comunale di Castel San Pietro Terme, a un’altra biblioteca del circuito in cui sia disponibile.  Ogni mercoledì un mezzo provvede a raccogliere presso le biblioteche prestanti i libri richiesti dai lettori che verranno poi smistati e consegnati alle biblioteche richiedenti il giorno successivo (giovedì). Il libro diventerà perciò disponibile, gratuitamente, presso la biblioteca richiedente (quindi Biblioteca comunale di Imola o Biblioteca comunale di Castel San Pietro) dove poi il lettore potrà prenderlo a prestito e riconsegnarlo entro i termini della scadenza del prestito (30 giorni).

Vantaggi per i lettori: con questo servizio anche l’utente della biblioteca più piccola e remota ha a disposizione, con un’attesa di pochi giorni, il patrimonio di tutte le 75 biblioteche partecipanti.

Gli utenti risparmiano tempo e denaro e non devono recarsi personalmente in altre biblioteche.

Il PIC costituisce quindi un notevole passo avanti nel progetto di costituzione di un servizio bibliotecario metropolitano coordinato e condiviso.

 

Informazioni: Bim Biblioteca comunale di Imola Via Emilia, 80 Imola tel. 0542 /602623 bim@comune.imola.bo.it, www.bim.comune.imola.bo.it