Scandiano e la grande guerra

Presentazione del libro di Marco Montipò (Edizioni Terra e identità)

Durante la Grande Guerra un legame unisce Scandiano, in provincia di Reggio Emilia, e Imola: la presenza del tenente colonnello imolese Arnaldo Lambertini, ideatore dei bombardieri, corpo speciale di artiglieria. Dopo Caporetto quasi tremila bombardieri al suo comando prendono stanza a Scandiano, che contava allora circa diecimila abitanti e, in attesa di essere inviati al fronte, sono impiegati per sua iniziativa in importanti attività a favore della città, dallo scavo di pozzi alla manutenzione delle strade, e anche al controllo della sicurezza dei civili.

Con la partecipazione dell'autore e di Paolo Rodolfo Carraro, storico.

  • sabatto 23 giugno 2018, ore 10.30

apri

Date:

  • 23 giugno 2018 ore 10.30

Download:

Invito (84Kb)
versione stampabile